Escursione B
08/06/2017
Escursione B


SENTIERO DEL DISIOL SPESSA (mt.592) – RIFUGIO S. LUCIO (mt.1027)

Dislivello:
mt.435
Tempo: ore 1,20
Difficoltà: sentiero facile, costantemente in salita

Dal piazzale parcheggio della Spessa (mt.592) si prende la mulattiera che sale a sinistra del rudere seggiovia, inizialmente il percorso è tortuoso ma dopo alcune decine di metri si immette in un ampio spiazzo soleggiato dove fanno bella mostra dei grossi abeti; qui l’escursione prosegue lungo il tracciato della mulattiera che si dirige ad est in leggera salita, a destra lasciamo il sentiero del Sùcu che risale rapidamente le pendici della montagna. Entriamo nel fitto bosco di abeti, che oggi presenta delle profonde ferite dovute al disboscamento attuato nel 1993 in seguito all’invasione del “Bostrico”, un insetto che scavando delle piccolissime gallerie nella corteccia degli Abeti Rossi li porta in poche settimane alla morte. Più oltre incontriamo il Crocefisso (mt.750) che segna la nostra deviazione per S. Lucio (la mulattiera invece prosegue verso le vicine baite dove si innesta con la mulattiera che sale dal Vallone e raggiunge anch’essa S. Lucio percorrendo una fitta abetaia). Risalendo, più oltre incontriamo una coppia di cippi di confine con scritte di divieti e poco oltre incontriamo la prima cascina (mt.867) dove il prato, per la mancanza dello sfalcio annuale, sta per essere cancellato dal bosco che avanza inesorabilmente. Guadagnando il costone verso destra, ci appare un ampio panorama sulle Alpi Orobie e su Clusone, e arriviamo all’innesto con il ripido sentiero del Sùcu che avevamo incontrato appena partiti. A destra lasciamo il bianco Fienile Folì (mt.918) e possiamo notare nel prato i ruderi dei pilastri della seggiovia per Pianone realizzata negli anni 50 e mai attivata. Poco oltre sulla sinistra nel bosco notiamo una tipica costruzione in pietra a forma di torre, trattasi di un Roccolo che veniva usato per la cattura degli uccelli con le reti. Appena sopra, da destra si immette un sentiero proveniente da Beur per il Ponte degli Scout, noi proseguiamo a sinistra raggiungendo le Cascine Zuccone (mt.970) e appena oltrepassate queste, entriamo nel grande prato di S. Lucio, che raggiungiamo seguendo una leggera traccia di sentiero, non senza avere dato uno sguardo all’ampia vista che si apre sulla Conca della Presolana. Per il ritorno si potrà poi comodamente percorrere la strada in terra battuta che da S. Lucio scende, passando per Beur, alla Spessa in 4 Km; mentre per chi ha fretta consigliamo di prendere al fienile Folì il sentiero del Sùcu. 

Per info su questa escursione: 
TURISMO PRO CLUSONE
 Tel. 0346 21113
info@turismoproclusone.it
www.turismoproclusone.it